NEWS


08/11/2021

Il colore perduto dei guerrieri. Cromatismo nell’architettura cinese

La conversazione “IL COLORE PERDUTO DEI GUERRIERI. CROMATISMO NELL’ARCHITETTURA CINESE” -  a cura dell’architetto Gaetano Di Gesu - è un viaggio leggero nell’architettura cinese, ideato all’interno del programma di iniziative curate dall’architetto Valentina Piscitelli per l’Atelier Oikos di Roma

Nel suo svolgimento l’autore ha evidenziato le invenzioni tipologiche e la stretta relazione tra costruzione e colore, sottolineando come i colori da sempre hanno avuto uno stretto legame con la civiltà cinese, la sua struttura storica e le relazioni simboliche tra le parti. Il titolo ha una valenza metaforica ed allude alla fragilità del colore dei guerrieri di terracotta e degli oggetti dell’epoca, fortemente coerenti con le soluzioni architettoniche. 

Bianco, viola, rosso, rosso porpora, verde neve, nero e verde hanno segnato gli oggetti di terracotta e la decorazione architettonica con un equilibrio che è si è dissolto agli inizi del Novecento e presenta forme di ripresa nella Cina attuale caratterizzata da un enorme sviluppo urbano e territoriale. Una storia millenaria raccontata attraverso gli scatti fotografici realizzati da Di Gesu nel corso dei suoi numerosi viaggi. Una testimonianza diretta di un percorso professionale mirato a creare ponti tra l’Italia e la Cina. 

Il racconto per immagini sintetizza e filtra l’universo culturale dell’autore attraverso esempi presi dai periodi più importanti della storia cinese: le dinastie Han e Qin; il periodo dei 3 Regni; l’epoca Tang; la dinastia Ming; la dinastia Qing e si conclude con alcuni cenni sulla Cina contemporanea.


OIKOS News Vedi tutte